Note creative: improvvisamente jazz

Jazz-workshop musicale degli studenti dell’I.C. Govone (CN) 

«Cari nuovi amici del jazz, i vostri insegnanti vi stanno facendo un grande regalo, facendo sì che non vi priviate di una musica bellissima e importantissima. Il jazz vi farà sempre compagnia con i suoi misteri e la sua fantasia infinita.
Come on, cats!
Carissimi saluti».

Con questo messaggio benaugurale inviato dal maestro Paolo Conte al nostro Istituto è partito ufficialmente il 20 febbraio, presso il Salone polifunzionale di Magliano Alfieri, il progetto “Il jazz va scuola”.
Al taglio del nastro le alunne e gli alunni delle classi terze delle secondarie di Priocca e Govone, plessi del Comprensivo omonimo, da pochi mesi Scuola Polo regionale del movimento nazionale delle Avanguardie Educative, hanno assistito al “Fabio Giachino Trio” con Davide Liberti e Ruben Bellavia,trio jazz composto da pianoforte,contrabbasso e batteria,alla presenza del Direttivo di Monforte jazz nelle persone di Renato Moscone e Silvana Botto.
“Note creative: improvvisamente jazz”, il titolo della lezione concerto che li ha visti protagonisti.
Talento di origine albese, classe 1986, Fabio Giachino è tra i primi dieci pianisti italiani, secondo il referendum “Jazzit Awards”, indetto dalla redazione della rivista “Jazzit”.
L’evento ha costituito il primo step di un ambizioso progetto che gode del patrocinio dell’Associazione nazionale “Il Jazz va a Scuola” e di quella Monfortese delle Arti.
Nelle scorse settimane le ragazze e i ragazzi hanno lavorato in particolar modo con i loro docenti di musica, professori Annalisa Franco e Antonio Fragasso, per arrivare pronti all’appuntamento che continuerà nella giornata del Jazz Day del 30 aprile attraverso altre iniziative musicale che vedranno gli studenti interagire con i musicisti.

Precedente Bergamo Jazz per le scuole Successivo Let’s go ...Jazz a scuola – INSIEME non si è mai fuori tempo”